Gestire le credenziali nella cache di Windows

Dai tempi dei tempi una grandissima seccatura sono le credenziali in cache del sistema operativo. Negli ambienti windows soprattutto, l’OS cerca innanzitutto di autenticare (su applicazioni web, share di rete ecc) l’utente loggato in quel momento. Se questo tentativo fallisce windows passa alle credenziali in cache e, se anche questo  non riesce, allora riceviamo il prompt per l’autenticazione.

Panciotto Gioferrari herren - 39891593IT

Talvolta capita pero che l’autenticazione automatica che avviene grazie alle credenziali in cache non porti gli effetti sperati. In tal caso e’ utile eliminare il login in questione in modo tale da forzare la richesta di nome utente / password.

Il mio metodo preferito per ottenere questo scopo e’ di lanciare da linea di comando ( o dalla finestra esegui  apribile via tasto Windows +R)

Gonna Jeans Liu •Jo damen - 42543160OB

rundll32.exe keymgr.dll, KRShowKeyMgr

Dopo aver premuto enter si aprira’ il gestore delle credenziali e potremmo rimuovere il login indesiderato.

storedCreds

Il comando e’ valido su tutte le versioni di Windows almeno a partire da Windows 7.

Annunci

Letters from Father Christmas

Tuta One Piece alentino damen - 34945167HX

In questo periodo natalizio, ora che Tolkien e’ diventato (piu’) noto a tutti per la sua immensa opera e capacita’, consiglio la lettura di Letters from Father Christmas. Per circa 20 anni Tolkien, ogni Natale ha scritto lettere da parte di babbo Natale ai suoi 4 figli, iniziando quando il maggiore aveva 3 anni. Di anno in anno Babbo Natale scriveva ai piccoli, ringraziandoli per le loro lettere e facendo un resoconto della sua annata e delle avventure capitate a lui, il suo pasticcione aiutante l’Orso Polare, gli elfi e quei rompiscatole dei Goblins. Il libro contiene le foto delle lettere originali, scritte dalla tremolante mano di Babbo Natale e con le sgrammaticate osservazioni dell’orso polare.

estito Corto Jo No Fui damen - 34627297OP

Non stiamo parlando di un romanzo, ma di una sbirciata in una tradizione familiare che Tolkien ha portato avanti con la sua famiglia per 20 anni, nel tentativo di rendere ancora piu’ magico quello e’ che il piu’ bel periodo dell’anno per un bambino. Ed in questa sbirciatina, si rivede l’incredibile immaginazione, i semplici ma bellissimi disegni, la prosa semplice ed evocativa ( io l’ho letto in Inglese e consiglio a chi puo’ di fare lo stesso) che ritroveremo nelle sue opere maggiori. Il libro e’ piccolo, sono circa una trentina di lettere, e lo consiglio a tutti gli amanti di Tolkien o futuri genitori o neo genitori o tutti e 3 combinati.

Tempo fa mi sono trovato a dover configurare Vlans sul mio fido Buffalo ( per gli amici, Buffalino). In tal caso e’ fondamentale sapere quale porta dello switch cosi’ come lo si vede guardando il device corrisponde alla REALE porta dello switch. Mica avrete pensato che la porta con su scritto Port 1 veramente corrisponda alla Port 1 che si scrive nel file di configurazione? Bene,  perche’ infatti la realta’ e’ diversa.

Carrera Legg-Jeans In Tessuto Super Stretch Mod 767. ita Regolare E Gamba Stretta. damen Lavaggio Blau Scuro pricy bianco Jeans skinny

In altre parole lo switch ha due interfacce di rete , eth0 e eth1.

estito Corto Stella Mccartney damen - 34944477BG

Eth1 collega la porta wan, che si riconosce bene dall’esterno in quanto e’ colorata di un  bel blu di Persia.

Eth0 invece e’ collegato allo switch interno che non e’ mappato alle porte cosi’ come sono ‘etichettate’ all’esterno. In alter parole, se volete configurare la porta 1, nel file di configurazione dovete indicare la porta 3. La porta 4 corrisponde alla 0, la 3 alla 1 e , miracolo, la 2 alla 2.

L’immagine sotto spiega meglio il concetto.

Giacca Seventy Sergio Tegon herren - 49481915DJ

switch buffalo

Il 2012 e’ arrivato e con esso la solita lista di buoni propositi. Uno dei miei e’ di tenere questo blog vivo o dovrei dire aggiornato, dato che ormai il blog vive di vita e propria e nonostante la mia pigrizia e’ constantamente visitato. Un grazie a tutti voi che passate di qui per un motivo o per caso.

Il primo post del 2012 riguarda quel bellissimo progetto ( e per niente nuovo) chiamato OpenWRT.

Per i pochi che ancora non sapessero di cosa si tratta, e’ una distribuzione Linux per router. In pratica una sorta di firmware alternativo, installabile sul proprio router di casa ma che e’ a tutti gli effetti una distribuzione Linux.

Ovviamente non tutti i device sono supportati. Va da se che e’ richiesta una certa memoria e una certa disponibilita’ di storage. estito Corto Blaugirl Folies damen - 34957718WO

Ora, per quale motivo ( a parte il fatto che fa molto “cool”) vorreste installare un firmware di questa foggia sul vostro fidato router? La risposta e’ semplice e difficile al tempo stesso. Nel senso che le funzionalita’ che vi ritrovete nel vostro router sono eccezionali ( firewall superiore, implementazione di openvpn, possibilita’ di creare VLAN, di avere un vostro proxy, un vostro dns ecc) e questa e’ ovviamente la risposta semplice.La parte difficile di questa meraviglia e’ che il tutto lo si apprezza solo quando lo si ha: parlarne difficilmente rende l’idea.

Comunque il progetto e’ cosi’ maturo che ne esiste anche una versione x86 quindi aprite il vostro vmware, virtualbox, kvm o qualsiasi virtualizzatore stiate utilizzando e testate pure. Pantaloni Jeans Reign herren - 42705724XG

Il motivo per cui proprio ora mi metto a scrivere di openwrt risiede nel fatto che, dopo diverse release candidates, e’ appena uscita la versione Backfire 10.03.1 final. Per qualsiasi informazione raccomando vivamente la documentazione ufficiale del progetto.

L' AUTRE CHOSE CAPISPALLA beige Tinta unita

E’ ricca, precisa e la comunita’ e’ estremamente viva. Cio nonostante e’ mia intenzione fare qualche post sull’installazione (flashing) del firmware stesso e dei servizi di base che sopra ho menzionato, per condividere la mia esperienza e per aiutare coloro i quali trovassero la wiki di openwrt poco chiara.

Pantaloni Jeans R13 damen - 42704447IM

A presto!